Hello Yellow -La banana equosolidale alla ribalta

Da ben 10 mesi, non solo l’Alto Adige, ma anche l’intero Sudamerica trattiene il respiro. Il virus Covid-19 ha la vita di molti e anche dei lavoratori delle piantagioni di banane in Sud America sotto stretto controllo. KFS, OEW e le Botteghe del Mondo dell’Alto Adige si sono chiesti nel corso della campagna sulle banane “Hello Yellow” presso la piccola cooperativa di contadini EL GUABO in Ecuador come stanno andando i lavoratori* nonostante la crisi delle piantagioni – e come possiamo sostenerli in Alto Adige.

Per dieci giorni, l’OEW- organizzazione per Un mondo solidale, le Botteghe del mondo dell’Alto Adige e l’Associazione Cattolica delle Famiglie Alto Adige (Katholischer Familienverband Südtirol) hanno visitato 21 paesi e città altoatesine con la campagna di sensibilizzazione “Hello Yellow-La banana equosolidale alla ribalta” nell’ottobre 2020. Sono state fritte circa 100 banane e assaggiate 1.700 banane Cavendish e mini banane e giovani e anziani sono stati informati sulle condizioni di lavoro, sul fattore ambientale e sulla politica dei prezzi nel settore delle banane.

La cooperativa di banane “EL GUABO” in Ecuador, ad esempio, è una delle cooperative di piccoli agricoltori le cui banane vengono vendute sugli scaffali delle fiere delle banane in Alto Adige. Lianne Zoeteweij, amministratore delegato di EL GUABO, dice: “Abbiamo imparato a convivere con il virus nel frattempo, ma siamo ancora lontani dal parlare di normalità”. In primavera, il duro blocco dell’Ecuador aveva portato ad un alto tasso di disoccupazione e di impoverimento. Il fatto che i lavori nelle piantagioni di banane della fiera siano proseguiti è dovuto anche al regolare raccolto di banane in Alto Adige. Lianne Zoeteweij parla di essere “fortunata” ad avere così tanti sostenitori* che diffondono l’idea del commercio equo e solidale. La quota di banane vendute a prezzi equi in Alto Adige è già arrivata al 3 per cento e potrebbe aumentare ulteriormente, come dimostra la percentuale del 25 per cento in Austria.

Il fatto che EL GUABO sia attualmente in grado di sostenere l’onere finanziario aggiuntivo di maschere, disinfettanti e test rapidi è dovuto anche all’impegno dell’organizzazione di commercio equo e solidale “Agrofair”, che importa anche le banane “altromercato” della fiera in Alto Adige. Da alcuni mesi paga ai produttori un premio per ogni scatola di banane per coprire i costi aggiuntivi. Questo premio non esiste sulle importazioni di banane convenzionali e i lavoratori soffrono fin dall’inizio dell’anno per i bassi prezzi delle banane, con i quali difficilmente possono permettersi necessità esistenziali come cibo, medicine o trasporto al lavoro.